2086 2' COMMA REPORT ANALYSIS

Verifica dell'esistenza degli adeguati assetti organizzativi e contabili al fine di limitare la responsabilita' degli amministr atori di cui al 2476 6' comma.

L'imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell'impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell'impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l'adozione e l'attuazione di uno degli strumenti previsti dall'ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale

In questo video il prof. Simone Brancozzi parlerà dell’art. 2086 II comma c.c. e del misuratore degli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili.

VAI AL MISURATORE

Presentazione e istruzioni piattaforma adeguati assetti

Il D.Lgs 14/2019 ha introdotto il secondo comma all’art. 2086 c.c. ed il VI comma all’art. 2476 c.c. provocando un terremoto all’interno delle aziende, in quanto ha fatto sorgere obblighi e responsabilità prima non contemplate.

L’art. 2086 II comma c.c. dal 16 marzo 2019 ha imposto alle imprese l’obbligo di dotarsi di un adeguato assetto organizzativo, amministrativo e contabile ai fini del mantenimento della continuità aziendale e all’intercettamento degli indizi di crisi.

Il VI comma dell’art. 2476 c.c. invece, ha fatto sorgere in capo agli amministratori, che non hanno adeguatamente protetto l’azienda e quindi non hanno adottato le disposizione dell’art. 2086 II comma c.c., la responsabilità diretta, solidale dei debiti della società.

Alla luce di quanto sopra per tutti i professionisti, i consulenti e commercialisti sorge la necessità di informare i propri clienti e soprattutto di andare a valutare se le loro aziende clienti abbiano degli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili.

E’ chiaro che se domandiamo a qualsiasi imprenditore se lui fosse adeguato o no, la risposta sarebbe sempre si, perchè ovviamente, non è a conoscenza di cosa vuol dire essere adeguati; e qui sorge la domanda: che vuol dire avere un assetto adeguato dal punto di vista organizzativo amministrativo e contabile al fine di intercettare gli indizi di crisi?

Questo sito web è dedicato proprio a questo, dove proponiamo strumento di misurazione che chiamiamo MISURATORE.

VAI AL MISURATORE

In questo sito abbiamo dedicato, oltre alla misurazione, una sezione anche alla normativa, con tutta una serie di video e spiegazioni su cosa prevede la normativa; sulla giurisprudenza con le migliori sentenze uscite nell’ultimo periodo sul tema degli adeguati assetti; una raccolta di articoli della dottrina; degli strumenti usati nella prassi come il verbale assemblea ed il consenso informato e poi nella sezione formazione si ha la possibilità di seguire in diretta gli eventi formativi del prof. Simone Brancozzi sugli adeguati assetti e soprattutto la piattaforma per poter vedere la formazione in differita.

Cosa molto importante è il libro, infatti abbiamo predisposto un e-book, che puoi scaricare che riguarda la tematica degli adeguati assetti, organizzativi, amministrativi e contabili.

VAI AL MISURATORE

Il MISURATORE tramite un questionario divide l’azienda in cinque aree:

1)Organizzazione;
2)Amministrazione;
3)Processi;
4)Formazione, innovazione e clima aziendale;
5)Clienti.

Ed ognuna di queste aree è suddivisa in Key Performance Area:

Le Key Performance Area dell’organizzazione prevedono la misurazione del:
1. Livello di conoscenza e preparazione del soggetto economico;
2. Livello di conoscenza del posizionamento strategico dell’azienda;
3. Esistenza di un adeguato panel di esperti.

VAI AL MISURATORE

Le Key Performance Area dell’amministrazione prevedono la misurazione del:

  1. Tempestività di rilevamento ed analisi dei fatti ed atti aziendali;
  2. Consapevolezza e controllo dei livelli dei propri equilibri economico finanziari.

Le Key Performance Area processi prevedono la misurazione del:

  1. Capacità di organizzazione e governo dei processi
  2. Copertura dei rischi interruzione attività;
  3. Adeguatezza economica dell’organigramma.

VAI AL MISURATORE

Le Key Performance Area della formazione, innovazione e clima aziendale prevedono la misurazione: 

  1. Formazione: è la distribuzione del sapere con l’obiettivo di accrescere le conoscenze creando competenze distintive;
  2. Innovazione: l’attività di ricerca e innovazione consente all’impresa di non resistere al rinnovamento facendo azioni di continuità aziendale;
  3. Clima Aziendale: è una componente importante per raggiungere il risultato aziendale.

Le Key Performance Area dei clienti prevedono la misurazione della:

  1. Soddisfazione dei clienti;
  2. Tracciamento dei singoli clienti e delle attività svolte su di loro.

VAI AL MISURATORE

Ma come si fa la misurazione? E’ complicato?
Assolutamente no! utilizzare il MISURATORE è semplicissimo, infatti rispondendo a 24 semplici domande (si, no abbastanza) IN AUTOMATICO ed in cinque minuti, su carta intestata del tuo studio la piattaforma sarà in grado di elaborare un dossier composto da 40 pagine contenente l’inquadramento normativo; l’analisi della giurisprudenza fino ad oggi creatasi; la prassi; e soprattutto la misurazione delle Aree su cui l’azienda è chiamata ad adeguarsi.
Nel dossier vengono esplicitati, inoltre, i rischi presenti e futuri a cui è esposta l’azienda ed i suoi amministratori e vengono proposti eventuali rimedi.

VAI AL MISURATORE

Ecco a te un’anteprima della misurazione, come noterai si tratta di un vero e proprio “parere pro veritate”, una perizia a tutti gli effetti donata a in modo gratuito ai tuoi clienti:

TITOLO III

RISULTATI DELLA MISURAZIONE

Il Perito alla fine delle sue valutazioni esprime i seguenti giudizi;

PROSPETTIVA DELL’ORGANIZZAZIONE   53%

Area della preparazione del soggetto economico 

 

Per un imprenditore è fondamentale conoscere il contesto normativo in cui opera la sua azienda. Dal 16 Marzo 2019 sono stati introdotti dei pesanti obblighi e responsabilità a carico sia degli imprenditori che amministratori. Nella tua azienda la conoscenza di tali modifiche è SUFFICIENTE. Si consiglia l’adozione in azienda di strumenti che le permettano di dotarsi di adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili oltre ad effettuare una continua attività di aggiornamento da parte dell’amministrazione e della dirigenza aziendale.

Area del Posizionamento strategico dell’azienda

L’azienda è all’oscuro del contesto strategico in cui opera ed in aggiunta allo stato attuale non possiede gli strumenti e la struttura adeguati all’individuazione dell’evoluzione futura degli ambienti esterni (socio politico, mercato, concorrenza e tecnologia). Questa inadeguatezza la espone ad una potenziale crisi futura causata dal fatto che non riuscirà ad anticipare i mutamenti degli ambienti esterni. Ecco che la conoscenza dei fattori critici di successo del proprio ‘core business’, l’analisi dei propri punti di forza e di debolezza, la capacità di percepire le minacce e le opportunità derivanti dai mutamenti degli scenari esterni sono elementi FONDAMENTALI per la salute attuale e futura dell’azienda. Si consiglia di introdurre immediatamente in azienda delle procedure che permettano almeno due volte all’anno di effettuare l’ANALISI DI SCENARIO, l’analisi S.W.O.T (punti di forza, punti deboli, minacce ed opportunità). Ovviamente diventa fondamentale individuare e avere ben chiari quali siano i fattori critici di successo della propria attività.

Area dei professionisti esterni

L’azienda non possiede un panel di consulenti esterni adeguato che con la sua attività riesca a prevenire i possibili rischi economici a cui essa inevitabilmente è esposta. E’ assolutamente necessario affidare ad un consulente esterno l’attività di pianificazione strategica ed in generale del controllo di gestione.

PROSPETTIVA DEI PROCESSI     31%

Area dell’organizzazione e governo dei processi

l’azienda è completamente disordinata e disorganizzata, se si dovesse paragonare ad un modello di organizzazione sociale sarebbe l’anarchia. I compiti e le mansioni all’interno dell’azienda non sono ripartiti ed assegnati in modo adeguato con la conseguenza che i collaboratori non hanno chiari i loro compito e non sanno a chi fare riferimento per ricevere delle chiare direttive.

Area della copertura dei rischi interruzione attività

I fattori produttivi che l’azienda usa sono coperti da adeguata garanzia assicurativa. L`azienda non è esposta al rischio interruzione dell`attività.

Area dell’adeguatezza economica dell’organigramma

Il margine di contribuzione che l’azienda produce non riesce a sostenere il numero di collaboratori attualmente assunti. Si richiede un’immediata analisi economica dell’efficienza dei processi con il conseguente adeguamento della struttura organizzativa.

PROSPETTIVA DELL’AMMINISTRAZIONE   15%

Area della tempestività di rilevamento e di analisi

La tua azienda ha assolutamente bisogno di dotarsi di un gestionale ERP verticale capace di rilevare in tempo reale tutti gli atti e i fatti aziendali, fornendo con immediatezza dei report necessari per effettuare la sintesi dell’andamento gestionale e la conseguente analisi.

Area della consapevolezza e controllo dei livelli dei propri equilibri economico finanziari

La tua azienda non ha consapevolezza dei propri equilibri economico finanziari. In particolare risulta avere un rapporto fra debiti dei terzi e capitale proprio troppo alto. Il futuro della tua azienda è FORTEMENTE A RISCHIO.

PROSPETTIVA DELLA FORMAZIONE INNOVAZIONE E CLIMA AZIENDALE     45%

Area della formazione

Il fatturato generato da nuovi prodotti introdotti dalla tua azienda sul mercato nell’ultimo mese è troppo basso, questo è indice di scarsa capacità d’innovazione. Non è una soluzione puntare sui vecchi prodotti anche se questi attualmente sostengono il fatturato perché presto diventeranno decadenti e l’azienda subirà inevitabilmente un crollo del fatturato.

 Area dell’innovazione

Il fatturato della tua azienda generato da nuovi prodotti introdotti nell’ultimo mese è troppo basso ed è segno di scarsa capacità d`innovazione. Molto presto i vecchi prodotti che sostengono il fatturato diventeranno decadenti e l’azienda subirà inevitabilmente un crollo del fatturato.

Area del clima aziendale

La tua azienda misura il clima aziendale ed è perfettamente a conoscenza di quanti suoi collaboratori sono in stato di stress, confort o flow. Il clima aziendale è sicuramente la componente più importante nel risultato aziendale. Misurarlo e conoscerlo con sistematicità significa proteggere l’azienda da potenziali crisi.

PROSPETTIVA DEI CLIENTI   30%

Area della soddisfazione dei clienti

La tua azienda non misura la soddisfazione dei clienti inoltre non conosce le loro opinioni e non è protesa ad un ascolto attivo circa i loro consigli. E’ importante sapere che conoscere ed ascoltare i clienti è fondamentale se si vuole creare un’evoluzione ed un miglioramento all’interno dell’azienda perché solo in questo modo è possibile garantire costantemente la necessaria evoluzione per adeguare l’azione manageriale ai futuri mutamenti degli ambienti esterni: socio-politico, mercato, concorrenza e tecnologia. L’azienda nell’immediato futuro rischia importanti cali di fatturato che potrebbero compromettere l’intero equilibrio aziendale.

Area del tracciamento dei singoli clienti e delle attività svolte su di loro

La tua azienda non ha né gli strumenti né le procedure per conoscere gli usi e le abitudini di acquisto dei suoi clienti. In azienda non c’è nessun software che permetta di tracciare e storicizzare le attività eseguite sui clienti e su quelli potenziali.

GIUDIZIO COMPLESSIVO 35%

Tutto quanto sopra premesso il sottoscritto Perito può affermare che il grado di adeguatezza complessivo degli assetti organizzativi amministrativi e contabili dell’Azienda risulta essere Insufficiente: L`azienda è poco adeguata a rimanere sul mercato. I suoi assetti organizzativi amministrativi e contabili non solo non le consentono pienamente di poter prevenire ed intercettare potenziali indizi di crisi ma la rendono poco capace di evolversi e di gestire gli inevitabili mutamenti degli ambienti esterni. L`Azienda ha un fortissimo rischio chiusura entro il prossimo decennio

Gli amministratori potrebbero incorrere in serissime conseguenze civili e penali. Ai sensi del sesto comma 2476 essi corrono il rischio di rispondere dei debiti della società in quanto non l’hanno adeguatamente protetta dotandola di adeguati assetti amministrativi e contabili e sono pienamente e gravemente esposti all`accusa di Bancarotta Fraudolenta in caso di Fallimento dell`Azienda. Il Perito consiglia l’immediata adozione, formalizzata con un apposito verbale (si veda allegato nr. 2), di sistemi di governance e di controllo gestione basati sui principi della Balanced Scorecard di R. Kaplan e D. Norton come ad esempio il Cruscotto di Controllo.

Il Perito ritiene di aver raggiunto con scienza e coscienza lo scopo che si era prefisso enunciato nelle premesse del presente documento.

Allegati da 1 a 8

li 15-12-2020

In Fede